J.D. Novak , un accademico statunitense, negli anni ’70 introdusse il termine di Mappe Concettuali per  descrivere un sistema di rappresentazione grafica (un disegno schematico, un quadro riassuntivo) di un ragionamento che abbiamo fatto e che vogliamo comunicare agli altri, sostenendo che questo  sistema comunicativo fosse “ un modo per far emergere i significati insiti nei materiali da apprendere”, in quanto  costringe gli studenti a ” riflettere sulla natura delle conoscenze e sulle relazioni che vi intercorrono”. Da allora l’uso delle mappe concettuali è entrato a pieno titolo nella didattica a scuola fornendo agli studenti un nuovo importante strumento di analisi e apprendimento. Molti software consentono la creazione delle mappe, ne segnalo uno in particolare “ CMapTools” molto versatile e intuitivo messo a disposizione dall’ Institute for Human and Machine Cognition della Florida (US) – IHMC web site

Il software è free e ne esiste una versione client e una server per costruire un vero e proprio server di Cmap per creare “mappe collaborative” su cui è possibile lavorare da più postazioni e diversi utenti.

Institute for Human and Machine Cognition
Download del software

Guida in italiano