Cerca

ImpronteDigitali

fogli sparsi e appunti

Mese

gennaio 2015

tra cassandre e gattopardi

Non si conoscevano ancora i risultati certi e mentre si ragionava sugli exit-poll già da più parti, anche insospettabili fino a quel momento, si commentava e si faceva a gara a complimentarsi con il vincitore.
Quel vincitore che fino a qualche ora prima le tante cassandre additavano come pericoloso per la tenuta dell’euro e dell’unità politica dell’Europa, inviso alle cancellerie teutoniche e fino a qualche mese fa, poco prima delle elezioni europee , sconosciuto ai più.
Tutti presi nella logica gattopardiana tanto cara a molti nel nostro Paese che , si sa , di saltare da un carro all’atro non si fanno certo problemi.
Anche la politica non ha tardato. Ed ecco che il razzista Salvini con la fascista Marine Le Pen – si muovono ormai all’unisono –  diventano sostenitori di Tsipras, leader di Syriza, un partito della sinistra europea che certo non ha nel suo programma la cacciata degli immigrati o la chiusura delle frontiere. Continue reading “tra cassandre e gattopardi”

Annunci

progettare il futuro

Circa un mese fa, il 13 dicembre, assistetti alla presentazione del libro “Atlante immaginario”, un saggio il cui filo conduttore è il sogno, l’immaginare nuovi mondi e sognare nuovi orizzonti. L’autore, Giuseppe Lupo un docente di letteratura italiana alla Cattolica, durante la sua presentazione si soffermò su due concetti che mi colpirono in particolare :
“le persone hanno smesso di immaginare la storia e di progettare il futuro, anche la politica ha smesso di progettare il futuro e si lascia coinvolgere nella quotidianità”.
E poi sull’utopia, un termine ormai desueto:
“abbiamo abbandonato l’utopia come luogo dell’impossibile” concludendo che oggi è necessario riprendere a pensare all’utopia intesa come progetto per il futuro. Continue reading “progettare il futuro”

gli sciacalli

Con il termine sciacallo si identificano alcune specie di mammiferi appartenenti al genere dei Canis, a volte si riuniscono in branco per nutrirsi di carcasse di animali morti.

In politica,in  una certa politica, gli sciacalli assumono sembianze umane con nomi,cognomi e appartenenza.
A volte si riuniscono in branco ma altre volte non disdegnano “cacciare” da soli se non altro per accaparrarsi le luci della ribalta. Sono sempre pronti ad approfittare di fatti cruenti ed esecrabili per avvalorare le proprie tesi e seminare odio e paura,offrendo nei fatti una valida sponda agli stessi carnefici che proprio di odio e paura si nutrono. Carnefici e sciacalli coscientemente o inconsciamente sono sempre molto legati, gli uni hanno bisogno degli altri.
Loro questo lo sanno ma non se ne preoccupano, perché si sa, “il fine giustifica i mezzi”. Continue reading “gli sciacalli”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑