Havana es : una corsa con un’auto scoperta del ’59 al tramonto lungo il Malecon fino all’hotel Nacional; la Plaza Vieja y la Plaza de la Catedral; il Capitolio Nacional ; el Che y Camilo; Fidel y Josè Martì.
Havana è la Bodeguita del Medio e il Floridita ricordando Hemingway ; El Chanchullero …”aqui jamás estuvo Hemingway”; i musicisti de la Factoria Plaza Vieja con le sue ottime birre artigianali. Havana è il Cañonazo a las nueve de la tarde.
Havana è la musica che non smette mai, le strade che ballano e i ragazzi che cantano a squarciagola la sera in plaza Martì e quelli che tirano calci al pallone sognando Messi nella plaza del Cristo.
Havana è la sua gente che vive nelle strade, le case fatiscenti e gli eleganti palazzi coloniali.
Havana che si sta facendo bella nei suoi angoli più preziosi.
Havana è il fumo delle auto americane degli anni ’50 e “el carro non camina porque no tiene gasolina” . I camiones collectivo, i coco-taxi “al sabor tropical” , i bici-taxi, i moto-taxi, coche de caballo taxi, porque ” solo nel paraiso no se va en carroza”…todos taxi !
Havana è l’immagine di Obama nella plaza de la Revolucion.
Havana sono i giovani che vogliono conoscere tutto di te e del tuo mondo; è Milas che vende pastel e aspetta la sua Maria dall’Italia.
Havana è la nostra voglia di conoscere che non ci dà tregua.
Havana è il gallo che canta all’alba dal balcone di fronte.
Havana è Liennis che tra poco avrà un bel bambino.
Havana es ….hasta la victoria siempre !

 

foto : La Habana ( Luciano Perrone)

 

Annunci