Cerca

ImpronteDigitali

fogli sparsi e appunti

Categoria

attualità

Buona notte Europa

In tanti pensammo che quel muro che divideva Berlino ovest da Berlino est fosse una vergogna da cancellare, in tanti gioimmo quando lo vedemmo cadere.
Oggi nel cuore dell’Europa , in Ungheria, si costruiscono muri e recinti di filo spinato . Oggi in Ungheria, patria di profughi in fuga dai carri armati sovietici nel ’56, altri profughi in fuga dalle guerre vengo bastonati e cacciati. E nessuno dice nulla. Forse perché, come commentava Dragan Petrovic – giornalista serbo – qualche giorno fa , questo muro in fondo fa comodo a molti.
Buona notte Europa !

Annunci

savethegreece

Mentre in Grecia si costruivano templi e palazzi, fiorivano civiltà e ad Atene si discuteva di filosofia,  in Inghilterra correvano nudi trai boschi e in Germania abitavano nella capanne di paglia.
E’ bene ricordarselo sempre.

#savethegreece

scuola_atene2

Buona Scuola ?

Un Parlamento nei fatti esautorato con il continuo ricorso al voto di fiducia riporta alla mente il ventennio berlusconiano e mostra una “strana” concezione del potere volta alla conservazione e all’imposizione di un proprio modello. Una democrazia sui generis quella che ne esce da tutta questa vicenda della “buona scuola” . Fatta dalla negazione del confronto con le parti sociali, rifuggendo il confronto o riducendolo a mera comunicazione delle proprie decisioni, adottando il sistema del ricatto dei posti di lavoro, indegno per qualsiasi governo ancor più indegno per persone che si ritengono democratiche e di sinistra. Continue reading “Buona Scuola ?”

pensieri in tweet

Certo non è facile condensare in 140 caratteri di un Tweet tutto il proprio pensiero , i propri stati d’animo. Non è facile trasmettere un messaggio che si vorrebbe efficace e coinvolgente verso i propri “follower” .

Non è facile ma ci si può riuscire. E credo che la Santanchè questa mattina quando si accingeva a digitare sulla tastiera  i fatidici 140 caratteri avesse ben chiaro quale messaggio trasmettere nel commentare la tragedia dell’Airbus A320.
Non già il cordoglio o la solidarietà alle famiglie ma l’odio verso qualcuno adombrando la possibilità che i piloti fossero di origini non proprio europea  ( o ariana ), sciacallando anche su questa tragedia per i propri fini politici usando i bersagli di sempre.
Centocinquanta persone sono morte su quell’aereo  e tra loro molti immigrati turchi che in Germania ci lavorano. Quegli immigrati oggetto di tante esternazioni della Santanchè.

In 140 caratteri non è facile esprimere un pensiero ma è molto facile dimostrare la propria inettitudine e limitatezza

 p.s
complice l’ora mattutina o la fretta di esternare, l’Airbus diventa un autobus …ma questo è certo trascurabile. Come è trascurabile che il pilota era un ventottenne del land  Renania-Palatinato

tweet

tra cassandre e gattopardi

Non si conoscevano ancora i risultati certi e mentre si ragionava sugli exit-poll già da più parti, anche insospettabili fino a quel momento, si commentava e si faceva a gara a complimentarsi con il vincitore.
Quel vincitore che fino a qualche ora prima le tante cassandre additavano come pericoloso per la tenuta dell’euro e dell’unità politica dell’Europa, inviso alle cancellerie teutoniche e fino a qualche mese fa, poco prima delle elezioni europee , sconosciuto ai più.
Tutti presi nella logica gattopardiana tanto cara a molti nel nostro Paese che , si sa , di saltare da un carro all’atro non si fanno certo problemi.
Anche la politica non ha tardato. Ed ecco che il razzista Salvini con la fascista Marine Le Pen – si muovono ormai all’unisono –  diventano sostenitori di Tsipras, leader di Syriza, un partito della sinistra europea che certo non ha nel suo programma la cacciata degli immigrati o la chiusura delle frontiere. Continue reading “tra cassandre e gattopardi”

gli sciacalli

Con il termine sciacallo si identificano alcune specie di mammiferi appartenenti al genere dei Canis, a volte si riuniscono in branco per nutrirsi di carcasse di animali morti.

In politica,in  una certa politica, gli sciacalli assumono sembianze umane con nomi,cognomi e appartenenza.
A volte si riuniscono in branco ma altre volte non disdegnano “cacciare” da soli se non altro per accaparrarsi le luci della ribalta. Sono sempre pronti ad approfittare di fatti cruenti ed esecrabili per avvalorare le proprie tesi e seminare odio e paura,offrendo nei fatti una valida sponda agli stessi carnefici che proprio di odio e paura si nutrono. Carnefici e sciacalli coscientemente o inconsciamente sono sempre molto legati, gli uni hanno bisogno degli altri.
Loro questo lo sanno ma non se ne preoccupano, perché si sa, “il fine giustifica i mezzi”. Continue reading “gli sciacalli”

Blog su WordPress.com.

Su ↑